Panini con formaggio e prosciutto

La domenica mattina, quando sono a casa dai miei genitori, vengo svegliata da profumi idilliaci. Mi affaccio in cucina e vedo mia madre alle prese con biscotti e tortine salate, sorrido ancora inebetita dal sonno e lei mi augura il buon giorno infornando qualcosa che solo a vederlo sembra buonissimo. Mi prepara il caffè, mi offre i biscotti appena sfornati e mi racconta cosa sta cucinando: “ho preparato i biscotti, quelli con i corn flakes e l’uvetta, te ne porti via un po’, visto quanti sono?…così ci fai colazione….Ho appena infornato la tortina salata con prosciutto e groviera, è  per  il viaggio, non si sa mai che ti venga fame!”. Che tenerezza e che bello essere così coccolata…

WP_20131206_22_49_00_Pro20131221085640

Ora piove, fa freddo e sono due mesi che non torno a casa. Ho voglia di scaldarmi con il tepore del forno e cullarmi con profumi conosciuti. L’ultima volta ho copiato la ricetta della tortina salata dal quaderno gelosamente custodito da mia madre… spero non si accorga che ho pubblicato la sua ricetta: le ho raccontato del blog, ma non penso che abbia capito bene cosa sia se non che doveva farmi like sulla pagina facebook!!!

La ricetta originale è per una tortina bassa salata, ma io ho provato a farci dei panini e sono venuti buonissimi.

LA RICETTA

Ingredienti per 4 panini:

  • 400 gr di farina
  • 2 uova
  • 100 gr di prosciutto crudo
  • 100 gr di groviera
  • 70 gr di burro
  • 3 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 tazza di latte
  • 1 panetto di lievito di birra
  • 1 pizzico di zucchero
  • 1 pizzico di sale

Tempi:

  • Preparazione: 20′
  • Lievitazione: 2 h
  • Cottura: 30′

Preparazione

La preparazione è davvero molto semplice e veloce. Tagliate a dadini il groviera e il prosciutto, che avrete fatto affettare spesso.

WP_20131206_17_16_32_Pro20131221090351

Sciogliete il burro in un pentolino o, se volete fare prima e non sporcare, un minuto al microonde massima potenza (mi raccomando solo un minuto!). Scaldate il latte, deve essere tiepido non caldo, aggiungete un pizzico di zucchero ed a parte sciogliete il panetto di burro. A questo punto tutti gli ingredienti saranno pronti. In una ciotola mettete la farina, il parmigiano grattugiato, le due uova e un pizzico di sale, iniziate ad impastare aggiungendo il burro fuso, il lievito sciolto nel latte ed infine il groviera e il prosciutto.

WP_20131206_17_55_57_Pro20131221090143

Impastate energicamente per circa 10 minuti, coprite l’impasto con un canovaccio e lasciate riposare in un posto caldo per 2 ore. Io di solito lo lascio lievitare all’interno del microonde con un bicchiere di acqua calda. Finita la lievitazione dividete l’impasto  in 4 e formate dei panini allungati tipo sfilatini, metteteli in forno già caldo e lasciateli cuocere per 30 minuti a 180°. Prima di sfornarli, lasciateli riposare 5 minuti a forno chiuso e 5 a forno aperto.

Potrete mangiare i vostri panini tiepidi dopo un’ora dalla cottura o aspettare che si freddino. Si mantengono per 2/3 giorni e basta scaldarli un paio di minuti in forno per ritrovare la fragranza originale.

WP_20131206_22_55_10_Pro20131221083105

Varianti: potete usare la stessa ricetta per fare una tortina bassa salata o dei grissini, in questo caso il tempo di cottura sarà leggermente inferiore.

Annunci
Panini con formaggio e prosciutto

LINGUINE UBRIACHE

WP_20131011_21_32_17_Pro20131018233532

Il vino c’è, è di quelli importanti, corposi e soprattutto viene dalla mia Umbria. Osservando questo vino rosso mi torna in mente una ricetta veloce veloce, ma di gran successo che mi hanno raccontato poche settimane fa e che mi ero ripromessa di provare a fare: Linguine al vino rosso.

Ecco la ricetta, breve breve così come il tempo che richiede.

Grazie Elenia per la splendida idea.

LA RICETTA

Ingredienti per 2 persone:

  • 160 gr di pasta lunga tipo Linguine
  • 2 bicchieri di vino rosso Rosso di Montefalco
  • 1 scalogno
  • 2 cucchiaini di fecola di patate
  • 1/2 stecca di cannella
  • 1/2 cucchiaino di noce moscata in polvere

Tempi:

  • Preparazione e cottura: 10′ (preparo il condimento mentre cuoce la pasta)

Procedimento:

Mentre cuocete la pasta tritate lo scalogno e fatelo soffriggere in una padella. Aggiungete poco alla volta il vino, la cannella, la fecola di patate sciolta in una tazzina di acqua ed infine spolverate la noce moscata. Scolate la pasta un  minuto prima del tempo di cottura indicato nella confezione e saltatela nella padella giusto il tempo di far ubriacare le vostre linguine! Impiattate, fate un bel brindisi con il vino che vi rimane e… buon appetito!!!

WP_20131011_21_55_50_Pro20131018232932

LINGUINE UBRIACHE

Uno spicchio di TORTA AL TESTO per cominciare

Detta anche Crescia a Gubbio o Pizza nel ternano, la torta al testo è una delle ricette più antiche e popolari della tradizione umbra. Prende il nome proprio dal Testo in cui la si cucina, un disco di dimensioni variabili originariamente in pietra e oggi molto più diffuso nella sua versione in ghisa utilizzabile anche sopra un normale fornello a gas. Non preoccupatevi però: se non lo avete potrete usare anche una padella antiaderente.
Una ricetta “ufficiale” non esiste, ogni famiglia ha la sua che si tramanda di generazione in generazione. Originariamente era un impasto di sola acqua e farina e si presume che solo a partire dagli anni ’60 si sia cominciato ad utilizzare bicarbonato o idrolitina per farla crescere un po’.
Mia nonna aggiunge le uova, il parmigiano e il pecorino perché dice che viene più saporita, mia mamma invece preferisce la semplicità. Dopo vari tentativi anch’io ho trovato la formula perfetta per la mia torta al testo e voglio che sia la prima ricetta da condividere con voi…

Buon appetito!

WP_20130725_01420130725150256

LA RICETTA 4 porzioni

Ingredienti:

  • 500 gr di farina di grano tenero “0”
  • 400 ml circa d’acqua
  • 1 bustina (15 gr) di lievito istantaneo    
  • 2 cucchiai d’olio      
  • 1 cucchiaino di sale  

Tempo:

  • preparazione: 10′  
  • riposo: 35′
  • cottura: 20′    

Procedimento:

Impastate energicamente tutti gli ingredienti aggiungendo l’acqua un po’ alla volta fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo che lascerete riposare per almeno 30’.

WP_20130724_0012013092001100320130920011937

Stendete l’impasto con il mattarello fino a formare un disco alto poco più di 1 cm e lasciatelo riposare altri 5’. Scaldate nel frattempo il testo sul fuoco (la temperatura giusta si raggiunge quando mettendo un pizzico di farina questa si colora appena senza diventare bruna). Adagiate quindi l’impasto sul testo caldo, bucherellate con una forchetta e lasciate cuocere la torta per circa 20’ facendo attenzione a girarla spesso. La vostra torta adesso è pronta per essere farcita.

WP_20130724_01620130725150523

Servitela ancora calda, dividetela in spicchi e tagliatela nel senso della lunghezza per poterla farcire come più vi piace. La torta più classica è sicuramente quella con il prosciutto (rigorosamente crudo) e la più golosa quella con erba e salsicce, ma anche la stracchino e rucola riscuote un discreto successo. Se siete vegani vi suggerisco di provarla con le melanzane grigliate condite con tanto olio o – come ho fatto io – con un buon pesto alla menta.

WP_20130725_02820130725150114

Per la farcitura potete dare libero sfogo alla vostra fantasia, ma potete anche decidere di servirla al posto del pane per accompagnare piatti a base di carne come spezzatini e grigliate.

 E voi? Come la preferite?

Uno spicchio di TORTA AL TESTO per cominciare