Pasta frolla

La pasta frolla è la mia preferita, base ideale per crostate e biscotti sempre diversi. Basta scegliere un nuovo tipo di farina, aggiungere ingredienti come frutta secca, gocce di cioccolato, essenze per creare ogni volta combinazioni nuove ed inaspettate.

LA RICETTA

WP_20140917_13_23_51_Pro

Ingredienti:

  • 250 gr di farina
  • 125 gr di burro
  • 100 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 2 cucchiaino di lievito istantaneo
  • 1 limone non trattato

Tempi:

  • Preparazione: 10′
  • Riposo: da 30′ a 1 giorno
  • Cottura: da 10′ a 25′ a 180°C

Procedimento:
Disponete la farina a fontana su una spianatoia e aggiungete il burro freddo tagliato a pezzetti, le uova, lo zucchero, la buccia grattugiata del limone e i cucchiaini di lievito. Impastate velocemente fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Attenzione a non lavorare troppo l’impasto per evitare che il burro si sciolga . Formate una palla con l’impasto e avvolgetela in una pellicola trasparente o in un canovaccio e lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora.
Il tempo di cottura  è di circa 20’/25′ a 180°C per le crostate, 10’/15′ per i biscotti.

Pasta frolla

Foundue pret a manger

Con questa ricetta partecipo all’edizione 2013 di Swiss Cheese Parade” organizzato da Formaggi dalla Svizzera in collaborazione con il blog Peperoni e Patate. Dietro questo blog c’è la prima foodblogger che ho avuto l’onore di conoscere personalmente lo scorso anno alla FGD di Milano. Allora c’era solo l’idea di fare un blog e i consigli e l’incoraggiamento di Tery sono stati molto importanti. Per questo motivo, anche se sono appena all’inizio ho deciso di partecipare lo stesso, un po’ per mettermi alla prova, ma soprattutto per divertirmi e conoscere altre persone appassionate di cucina come me, e più di me! Se volete potete andare a curiosare qui per vedere cosa hanno creato per questo contest, l’acquolina in bocca è garantita!
Il tema del contest è lo street food, cibo pratico, da mangiare con le mani mentre si sta per strada magari camminando.
La parte che più mi ha affascinato è stato riuscire a trasformare in street quello che di solito non lo è.
Pensando ai formaggi svizzeri la prima cosa che mi è venuta in mente è stata la fonduta, per renderla “da viaggio” dovevo liberarla dalla necessità di una fonte costante di calore e quindi ho aggiunto al formaggio della crema di latte per mantenerla fluida anche mentre si raffredda un po’. Le verdure e le patate da affondare nella fonduta diventano a forma di stick e al posto del pane tostato bastoncini di frolla salata. Ecco la vostra Fondue prêt-à-manger che sfilerà con voi nelle strade della città!

WP_20131106_19_02_02_Pro20131113011220131113083523[1]

LA RICETTA

Ingredienti:

Per gli stick:

Per la Fondue:

  • 200 gr di Grouyère
  • 100 ml di crema di latte
  • 1 cucchiaio di Grand Marnier

Tempi:

  • Preparazione: 45′
  • Cottura: max 20′ per gli stick, 1′ cialda, 10′ fonduta

Procedimento

Pulite le verdure e le patate, tagliate a listarelle dello spessore di 1/2 cm abbondante, lessatele separatamente (patate 20′, zucca 10′, carote 10′, zucchine 5′).
Stendete poi la pastafrolla (per la preparazione guardate qui) e formate dei biscotti a forma di stick sempre  dello spessore di 1/2 cm circa. Infornate quindi a 180° C per 20 minuti.
A cottura ultimata, grattugiate lo sbrintz e, versandolo in una padella antiaderente calda, formate delle cialde. Fate in modo che siano di diametro uguale alla lunghezza degli stick. Arrotolate le cialde negli stick di verdura, patate e frolla. Lavorate direttamente nel pentolino aiutandovi con delle pinze e fate attenzione a non scottarvi!
Per la fonduta grattugiate il grouvyere e fatelo sciogliere a fuoco lento insieme alla panna. L’utilizzo della panna ci permetterà di avere una fonduta più liquida anche senza il calore costante della fiamma, altrimenti non sarebbe molto pratica da portare in giro! Aggiungete per ultimo il grand marnier, mescolate per un altro minuto e versate nel bicchiere da viaggio.
Et voilà: ora potete intingere i vostri stick camminando per la città in puro stile prêt-à-manger!

WP_20131106_18_51_23_Pro20131113084432[1]

Foundue pret a manger

La Frolla Sbagliata (versione salata ed integrale)

Per definizione la pasta frolla è un’impasto a base di burro farina e liquidi (generalmente uova) privo di struttura, non alveolato e soprattutto, regola fondamentale, NON LIEVITATO!!!
Eppure di nascosto molti aggiungono una puntina di quella polvere magica, ma non lo ammetteranno mai e fino a poco tempo fa anch’io mi nascondevo e negavo anche sotto tortura la mia colpa.
Ma è giunta l’ora di venire allo scoperto…dopo il Negroni Sbagliato, Il Cornetto Sbagliato perchè non sdoganare anche la Frolla Sbagliata?
Ecco la mia ricetta nella versione salata ed integrale.

LA RICETTA

WP_20130916_00320131112153925[1]

Ingredienti:

  • 100 gr di farina “00”
  • 100 gr di farina integrale
  • 100 gr di burro
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaino di lievito istantaneo
  • 1/2 cucchiaino di sale

Tempi:

  • Preparazione: 10′
  • Riposo: 30′
  • Cottura: 20/25′ a 180°C

Procedimento:
Versate la farina su una spianatoia o in una ciotola (io la preferisco perché si sporca meno la cucina!), aggiungete il burro tagliato a pezzetti, che dovrà essere freddo di frigorifero, e il resto degli ingredienti. Impastate con la punta delle dita fino ad ottenere un composto liscio ed omogeneo. Inizialmente vi sembrerà che l’impasto si sbricioli: è normale, proprio da questa caratteristica mancanza di struttura che deriva il nome frolla. Fondamentale è non lavorare a lungo gli ingredienti per evitare che il burro si sciolga troppo. Formate con l’impasto un panetto che avvolgerete in una pellicola trasparente o in un canovaccio e lasciate riposare in frigo per almeno mezz’ora. In questo modo permetterete al burro, ammorbidito durante la preparazione, di risolidificarsi.
Potete usare questa frolla come base per crostate salate o per fare dei semplici biscotti da accompagnare a taglieri di formaggi ed affettati.
Il tempo di cottura  è di circa 20/25′ a 180°C e dipende dallo spessore con cui la stendete e dal tipo di ricetta.

WP_20130920_01220131112154204[1]

La Frolla Sbagliata (versione salata ed integrale)